Erasmus: opportunità o perdita di tempo?

10842047_10204320982962548_33040162574192282_o

«Ho visto che aveva fatto la domanda per quest’esperienza all’ estero, ho letto la sua lettera di motivazioni e perciò, ho deciso di prendere in mano la sua vita e stravolgerla un po’. Spero di aver fatto la cosa giusta!»

Così il professore Bassi annuncia a Vicky la sua scelta per la partenza alla volta di Bruxelles per partecipare al programma Erasmus Placement.

“Erasmus” (European Region Action Scheme for the Mobility of University Students) è un programma attivo dal 1987, deve il suo nome al teologo olandese Erasmo da Rotterdam e la maggior parte di voi saprà che il suo compito è di dare la possibilità ai giovani europei di studiare in un ateneo straniero o di effettuare un tirocinio in un paese dell’Unione per un periodo che va dai 3 ai 12 mesi. Secondo l’Eurostat nell’ anno accademico 2012/2013 sono arrivati in Italia poco meno di 20.000 studenti stranieri, mentre sono partiti circa 26.000 studenti italiani. Il dato è impressionante e sempre in aumento.

Ma la domanda mi sorge spontanea (come diceva Lubrano), fare queste esperienze all’estero serve davvero a qualcosa o si tratta semplicemente di una ”vacanza prolungata”? Mi chiedo se effettivamente le strutture che ospitano questi studenti siano in grado di offrire delle opportunità concrete. E non parlo solo di posti di lavoro, ma anche di un metodo, di un insegnamento migliore rispetto a quello delle Università di provenienza. Senza dubbio ci sono degli effetti positivi. Pensiamo alla maggiore indipendenza, a un senso di responsabilità accresciuto (forse!) , senza dubbio serve a staccare quel cordone ombelicale che ci lega a mammà.  Poi non dobbiamo tralasciare il fatto che ci permette di conoscere gente nuova, culture diverse e magari ci dà l’occasione di imparare in maniera quasi decente una lingua straniera.

E quando torniamo a casa? A parte i bei ricordi cosa ci rimane in tasca? Certo per un giovane non può esistere niente di meglio, ma quando cominci a diventare grande ti chiedi a cosa sia servito, a cosa ha portato… Forse bisognerebbe rivederne il modo, lo spirito o l’utilizzo.

Ditemi la vostra, cosa ne pensate a riguardo?

Un abbraccio, Claudia.

Photo by Paris Ottombrino (parisottombrino.jimdo.com)

Una gita a Bruxelles

Chi di voi è stato a Bruxelles sa bene che questa città riserva molte piacevoli sorprese.
Non pensiamo solo ai palazzi alti e grigi, non crediamo che la vita lì sia noiosa e sempre “seria”. Vicky vi farà scoprire l’altra faccia della medaglia!
Fate viaggiare la vostra mente. La protagonista di Europrogettamore vi guiderà nei vicoli più sconosciuti e più divertenti della capitale europea.
Intanto ecco un piccolo assaggio: vi presento il Manneken Pis!

image

Dove trovarlo

Ciao a tutti!

Per prima cosa voglio ringraziarvi. Vi ringrazio per il sostegno e la fiducia che state dimostrando nei miei confronti! I complimenti, gli auguri, le parole di affetto e il vostro sincero stupore mi hanno lusingata ed emozionata.

Molti di voi in questi giorni mi stanno chiedendo dove possono trovare il mio romanzo. Ebbene, per il momento è disponibile solo online sul sito di Edizioni Leucotea, su E-Bay, Amazon, Ibs, LibriCo, Libreria Universitaria e Wuz.it. A breve sarà presente anche nelle librerie.

Continuate a seguirmi numerosi!!!! Aspetto i vostri commenti 😉

A presto :-*

Vi presento Vicky!

Vittoria Pisano ha 27 anni, lavora in un supermercato, ha una famiglia normalissima, un ragazzo perfetto e un gruppo di amici fuori di testa. E’ una ragazza come tante, in fondo ognuna di noi può essere Vicky.

Chi è che non ama la “normalità”? Ci professiamo anticonformiste e ribelli, ma abbiamo paura dei cambiamenti… D’altra parte è comodo vivere nelle certezze quotidiane, non dobbiamo aspettarci nulla, sappiamo già prevedere come andrà a finire la nostra storia. A volte, però, capitano delle opportunità, facciamo degli incontri, che ci stravolgono la vita ed è quello che è successo anche a Vicky.

Seguitemi per saperne di più! A presto 😉

…in trepidante attesa…

Sta per iniziare questa avventura… è in uscita, proprio in questi giorni, il mio romanzo che vedrà come protagonista Vicky, “l’eroina della porta accanto”.  A breve tutti i dettagli! 😉                                                                                                                        Screenshot_2014-12-11-19-53-45-1-1